Two Weeks nel Dodecanneso

Una vacanza raffinata, intima, rilassante, alla scoperta di sette splendide isole di fronte le coste turche.

Le isole del Dodecanneso sono quelle più a est del mare Egeo. Raffinate, naturali, storiche. In due settimane siamo andati alla scoperta dell’altra faccia della Grecia, partendo da Kos, fino alle splendide ed incontaminate Agatonissi, Lipsi e Patmos. Luoghi ricchi di storia e cultura, dei cavalieri crociati, della dominazione turca, dell’occupazione italiana, fino all’annessione greca.

E’ stata una vacanza “intima”, rilassante e divertente.

3 barche, 30 persone (skipper inclusi) di cui solo quattro coppie, tutti desiderosi di percorrere nuove rotte lontane dal turismo di massa, godendosi i lati positivi di questa parte della Grecia di fronte le coste turche, dove il Meltemi è un ospite gradito ma più educato rispetto alle Cicladi. 7 isole: Kos, Pserimos, Kalimnos, Leros, Lipsi, Patmos, Arki e Agatonissi. Circa 190 miglia in totale, il che vuol dire una media di nemmeno 15 miglia al giorno. Perfetto per godersi quel giusto di una vacanza in barca a vela.

Giorno 1 - Marina di Kos. Finito il check-in degli scafi e sistemata la cambusa a bordo, abbiamo aspettato tutti i componenti degli equipaggi cenando in un incredibile ristorante sul mare, una palafitta sulla sabbia praticamente pieds dans l’eau. Occasione perfetta per rilassarsi e conoscersi tutti fin da subito.

C’è chi è arrivato in volo diretto e chi via Berlino, Vienna o Praga. Qualcuno anche via mare da Rodi ed altri da una precedente settimana in barca. Per qualcuno questo modo di fare vacanza è un vero e proprio stile di vita, difficile da cambiare.

Dal giorno dopo, allineati i programmi alle previsioni meteo fortunatamente gentili e completato il briefing sicurezza, è cominciata la vera vacanza. Se coordinare decine di barche è lavoro duro ma usuale per Water Tribe, quando il gruppo è più “intimo” come questo, è cosa ancora più semplice da vivere e gestire, grazie principalmente al coordinamento dei nostri skipper e alla collaborazione dei loro equipaggi.

L’itinerario si è alternato infatti serenamente tra porti e rade incantate, tra pacchetti divertenti e ormeggi alla ruota, cioè ancorati singolarmente.

I trasferimenti a vela si sono svolti nel massimo relax, permettendo a chiunque di passare il tempo come preferiva: leggendo, ascoltando musica, prendendo il sole o giocando alla traina, cioè fissando una lunga cima fuori bordo per sguazzare allegramente nella scia spumeggiante della barca in movimento.

Ma anche stando fermi in rada, dove le cicale e il profumo di ulivi avvolge il tuo bisogno di stare lontano dalla solita quotidianità, magari dormendo al sole, galleggiando tranquillamente su un colorato gonfiabile …fino all’immancabile “gavettone” rinfrescante. Uno scotto da pagare in una vacanza tra amici.

Oppure inventandosi modi per tornare bambini, giocando a fare Tarzan ad esempio, lanciandosi fuori dalla barca con la drizza ma anche per cucinare pizze, parmigiane al forno, chi addirittura una torta ma soprattutto tanti aperitivi, arricchiti dalla fantasia di chi si cimentava nella preparazione di gustosi appetizers a base di guacamole, crostini, formaggi e tante bollicine. Un modo perfetto per aspettare i colori di un tramonto che da queste parti sono spettacolari, sulle basi di una playlist adeguata allo spirito del momento.

Una vacanza in barca è così. Una sequenza di momenti spontanei e divertenti, movimentati dallo spirito di chi sa apprezzare un viaggio alla scoperta del nostro incredibile mondo, ancora più bello se lo si fa da un punto di vista privilegiato: dal mare. Un modo perfetto per raggiungere i luoghi incantati in programma, gestiti sapientemente dai nostri skipper per dormire al sicuro ma anche per godersi le meraviglie che posti come questi sanno regalare.

Come i giorni di ferragosto, trascorsi nella raffinata e incantevole Patmos, visitata da nord a sud con gli scooter, mezzo perfetto per andare alla scoperta delle spiagge meno battute e della bellissima kora ma soprattutto, per non perdere il gusto di assaporare anche una mangiata a base di maiale. Ottima occasione per festeggiare tutti assieme il compleanno di uno degli skipper: Goffredo.

Grazie per aver condiviso i vostri ricordi con noi. Per aver saputo dare valore ad un impegno che ogni anno mettiamo per offrire a tutti un motivo in più per tornare ma soprattutto, per dare a noi un motivo in più per migliorare.

In attesa di poterci ritrovare nuovamente in una banchina di qualche porto sparso nel mondo, continuate a seguire gli aggiornamenti sui nostri canali social, per scoprire le grandi novità in serbo per la stagione prossima.

Ciao a tutti e …buon vento!


NEWSLETTER

Inserisci la tua email per rimanere in contatto: